tea time

OATMEAL COOKIES ovvero biscotti ai fiocchi d’avena

Biscotti ai fiocchi d'avena

Biscotti ai fiocchi d’avena

Di rado seguo una ricetta pedissequamente, ma quando c’è di mezzo la regina dei biscotti, al secolo Stephanie Jaworski, perchè modificare ciò che di sicuro porterà a un risultato perfetto?

Neppure la più negata ai fornelli potrebbe sbagliare con le video ricette di dolci e biscotti del suo blog joy of baking. Starla ad ascoltare, mentre illustra i segreti di un ‘infinità di dolcetti con spiegazioni “a prova di stupidi”, è un piacere e una fonte di ispirazione che ti fa venire immediatamente voglia di correre in cucina e metterti all’opera.

A onor del vero, ho fatto questi biscottacci all’avena  dall’aspetto rustico soprattutto perchè volevo subito qualcosa da mettere nella mia nuova biscottiera, ma  ora che li ho appena sfornati, in tutta la casa c’è un profumino tentatore che non so proprio se riuscirò ad aspettare fino a domattina prima di addentarne uno. Ho assaggiato qualche briciola qua e là e trovo  la nota acidula dei mirtilli rossi semplicemente deliziosa.

INGREDIENTI ( 28 pz x  circa 1kg)

110 g di nocciole tostate e tritate

170 g di burro morbido

210 g di zucchero di canna

1 uovo

1 cucchiaio di estratto di vaniglia

105 g di farina

1/2 cucchiaino di bicarbonato

1/2 cucchiaino di cannella

1/4 cucchiaino di sale

260 g di fiocchi d’avena

1 tazza di mirtilli rossi

Preriscaldate il forno a 175°

1) Montare a crema burro e zucchero.

2) Unire l’uovo, la vaniglia.

3) Mischiare farina, bicarbonato. sale e cannella. Unire all’impasto.

4) Aggiungere infine i fiocchi d’avena e i mirtilli. Ne risulterà un impasto piuttosto asciutto e poco compatto. Prelevatene delle grosse noci e comprimetele tra le mani a formare palle di circa 4 cm di diametro. Potete usare anche il dosa gelato. Ponete le palle di impasto sulla teglia coperta di carta forno e fate cuocere per 12-15 min, fino a quando iniziano a dorare ma al centro sono ancora morbide.

Fate raffreddare qualche minuto nella teglia e poi ponete i biscotti su di una griglia e lasciate raffreddare completamente.

Annunci

MORETTI ALLE NOCCIOLE

IMG_0408

MORETTI ALLE NOCCIOLE

Avete presente quelle bustine di alluminio con su scritto AMMONIACA – lievito per dolci?

Quelle che quando le aprite per la prima volta  pensate: ” Col cavolo che metto questa roba nei miei biscotti! Riconosco quest’odore, è lo stesso di quando mia madre puliva il bagno”?

Quelle che, facendovi violenza, avete alla fine messo nell’impasto e mentre cuoce, anzichè sentire il fragrante profumo dei biscotti avvertite quasi un bruciore alla gola e  vi dite: ” Ecco lo sapevo che non mi dovevo fidare…ora se sopravvivo mi toccherà buttare via tutto prima di avvelenare qualcuno”?

Ebbene proprio quelle lì mi hanno aperto il meraviglioso mondo dei biscottoni rustici, brutti ma buonissimi e soprattutto…INZUPPOOOSI…per dirla alla Banderas. (altro…)

SCONES ALLA BANANA, MELE E UVETTA

IMG_0389

SCONES CON BANANA, MELE E UVETTA

Tempo fa, cercando delle ricette di scones sul web, sono incappata in un post su un sito inglese in cui l’autore nel descrivere diversi modi di prepararli,  schierandosi nettamente a favore dei soli, autentici, tradizionali scones, quelli semplici per intenderci, senza neanche un po’ di zucchero, a un certo punto osserva scandalizzato: “…c’è addirittura qualcuno che ci mette dentro l’uvetta!…” Oh my God! Chissà che direbbe di questi, creati in preda all’ispirazione da fame della domenica pomeriggio! (altro…)

SPANISH DELIGHTS ovvero Polvorones ricoperti di cioccolato e mandorle

POLVORONES

POLVORONES

Ho chiamato così i miei polvorones per non incorrere nel disappunto dei puristi. Questi dolcetti spagnoli, nella ricetta tradizionale, non contengono infatti cacao, nè tantomeno una copertura di cioccolato.

Sono autentiche squisitezze che si sciolgono in bocca e sono una tradizione natalizia in Spagna. Tuttavia, come i nostri panettoni, si trovano per un po’ anche dopo le feste, dopo di che spariscono dalla circolazione fino al Natale successivo. (altro…)

Dal diario di una fornografa senza forno – 4° giorno : TEA SANDWICHES

TEA SANDWICHES

Sandwiches per il té

Come ogni anno il giorno dell’Epifania mi viene il magone per le Feste ormai finite.

Sarà anche un pò puerile, ma il periodo di Natale è il mio preferito da sempre. Casomai ce ne fosse bisogno, tira fuori la bambina che c’è in me, sensibile a tutti i clichè, a tutti gli stereotipi di stagione. E proprio come i bambini, notoriamente avversi ai cambiamenti, mi aggrappo alle tradizioni e a tutti quei rituali che in ultima analisi servono a rassicurare, a farci sentire protetti, bardati nelle nostre armature di affetti familiari, atmosfere serene e buoni propositi intorno al caminetto. (altro…)

THE ULTIMATE SCONES

cream tea

Scones, clotted cream, marmellata di fragole e tè

Gli scones sono a mio avviso qualcosa di unico a metà strada tra un panino e un biscotto,  più vicino all’uno o all’altro a seconda della tipologia.

Avrei infatti potuto intitolare questo post :”Si fa presto a dire scone”, poichè basta una piccola ricerca sul web e ci si imbatte in scones di tutti i tipi. Ve ne sono con l’uvetta, fatti con la farina autolievitante, con la panna, alla cannella e via dicendo. Ma lo scone più tradizionale è quello semplice semplice, senza zucchero perfino.

Sono così semplici da fare che è facile sbagliare. (altro…)