pasta brisée

SWISS MOOD: “GATEAU AU FROMAGE”

swiss mood gateau au fromage

Gateau au fromage svizzero

Dopo la mia breve ma intensa scorribanda in territorio elvetico di fine ottobre, lo devo ammettere, mi è rimasto dentro lo “spirito svizzero”…me ne sento ancora tutta pervasa.

Sarà dovuto al fatto che non si è trattato di una gita turistica tout court, bensì di un vero e proprio viaggio della memoria, di un tuffo nei ricordi di un’infanzia dura ma felice, che spesso e volentieri fa capolino in queste pagine.

Stavolta è il turno del gateau al formaggio, classico cibo di strada di quel Paese.

Io non so davvero se sia possibile per me trasmettere in questo post l’emozione intensa che ho provato,  nei pressi della stazione di Berna, nel ritrovare lo stesso identico odore  di quando, da bambina, mi affrettavo per non perdere il treno che mi avrebbe riportata a casa.

E’ stato come se quei 36 anni si fossero dissolti per incanto in quell’aroma misto di crostata al formaggio, treccia al burro e bradwurst.

Ho chiuso gli occhi e ho inspirato a fondo, più volte…quasi a volerne fare una scorta da portare con me e a cui attingere quando il tempo, inesorabile, sbiadirà i miei ricordi. (altro…)

Annunci

APPLE PIE BARS

APPLE PIE BARS

APPLE PIE BARS

Sapore e consistenza sono quelli della classica torta di mele americana: il sentore della cannella e del caramello che sposano la dolce tenerezza delle mele. Un morso quando sono ancora calde ed è subito magia d’ autunno, di raggi di sole radenti che incendiano le chiome degli alberi, del turbinio di foglie danzanti col vento, di pioggia che imfradicia… infanga… invita a ranicchiarsi in una vecchia poltrona, avvolti dal calore di un morbido plaid, con una tazza di tè fumante in una mano e un buon libro nell’altra…e…e…e mò, con tutt’e due le mani occupate, come faccio a prendermi un dolcetto? Facciamo che il tè lo lasciamo lì accanto, a freddarsi un pò, nel frattempo ci deliziamo con un dolcino alle mele,o magari due…facciamo tre e non  parliamone più.

Parliamo invece di qualche trucchetto imparato dalla brava Stephanie di joyofbaking e di qualche variante in corso d’opera, giusto per dare una piccola prova di creatività.

Allora da Stephanie ho imparato che le mele bisogna lasciarle macerare un po’ col succo di limone, lo zucchero e la cannella. Perderanno così il loro liquido, la loro rigidità e ci regaleranno un prezioso nettare che scoleremo per reinserirlo in un secondo momento, dopo averlo trasformato in gustoso caramello.

Di mio ci ho messo scaglie di cioccolato fondente e gherigli di noce sminuzzati.

Passiamo agli ingredienti e alla ricetta.

INGREDIENTI

1 dose di pasta brisée oppure 2 confezioni di quella comprata

6 mele golde o renette o che comunque tengano la cottura

50 g di zucchero semolato

55 g di zucchero di canna

1 cucchiaio di succo di limone

1 cucch.no di cannella

1/4 di cucch.no di sale

28 g di burro

15 g di amido di mais

Preparate la pasta brisée secondo la ricetta che troverete nel link e dividetela in due panetti che andrete ad appiattire un po’ e a mettere in frigo. In alternativa si può usare quella comprata (2 conf.)

Sbucciate e affettate le mele procedendo così: tagliate prima a metà la mela, poi tagliate ogni metà da un lato e dall’altro del centro con i semi, tagliate anche la parte di polpa rimasta vicino al torsolo.

IMG_1054

Poi sbucciate i vari pezzi e fate fette di circa 1/2 cm che metterete in una ciotola, rigirandole nel succo di limone.

IMG_1055

Aggiungete i due tipi di zucchero, il sale e la cannella. Lasciate macerare da 1 a 3 ore.

IMG_1056

 

Scolate le mele e cospargetele con l’amido di riso. Mettete il succo in un pentolino di vetro, aggiungete il burro e mettete nel microonde per 5-6 min. Deve addensarsi, se necessario mettete altri due min e così via, fino ad ottenere un bel caramello che terrete da parte.

Stendete la pasta fatta da voi a 3-4 mm di spessore, oppure srotolate una di quelle comprate.

Disponetevi sopra le mele. Cospargete con le noci tritate e i pezzetti di cioccolate. Distribuite anche il caramello e coprite con l’altro disco di pasta. Sbucherellate con una forchetta e mettete a cuocere in forno caldo (200°) per cira 20 min o fin quando non assume un colore dorato.

Lasciate intiepidire e poi ricavate dei quadrotti, delle dimensioni che preferite.