panna

SWISS MOOD: SCWARZWALDER KIRSCHTORTE ovvero TORTA FORESTA NERA

Torta Foresta Nera

Torta Foresta Nera Nella foto decorata con fiore di zucchero e foglie in wafer paper

20151226_150231

Devo rimediare a una imperdonabile mancanza: inserire tra le mie ricette quella che forse più di tutte ha segnato la mia infanzia, la torta che è stata la costante di tutte le celebrazioni in casa mia e di tutti i compleanni dal primo al quindicesimo, passando per il dodicesimo festeggiato in Spagna, a Granada, dove ormai rassegnata a fare senza, mia madre ed io ci imbattemmo in una pasticceria svizzera!

Siccome ho un’amica alla quale urge una ricetta collaudata passo subito al dunque.

INGREDIENTI (per una torta di 24 cm circa)

5 uova grandi

150 g di zucchero

175 g di farina per dolci (oppure 125 farina 00 + 50 g di maizena)

2 cucchiai colmi di cacao amaro

1 cucchiaino di lievito per dolci

2 cucchiai di acqua bollente

500 ml di panna da montare fresca

2 cucchiai di zucchero a velo

amarene sciroppate con il loro sciroppo

2 cucchiai di kirsch (o altra grappa in mancanza)

  1. Montare i tuorli con metà dello zucchero e l’acqua bollente fino a quando sono belli gonfi e spumosi.
  2. Montare a parte i bianchi con un pizzico di zucchero e il resto dello zucchero ( lo zucchero si aggiunge quando sono gia quasi montati, poco alla volta)
  3. Aggiungere ai tuorli la farina setacciata con il lievito e il cacao.
  4. Incorporare gli albumi senza smontarli
  5. Versare nella tortiera a cerniera con il fondo foderato di carta forno e le pareti imburrate e infarinate (io uso lo spray antiaderente).
  6. Infornare nella parte bassa del forno preriscaldato a 175° per circa 30-35 min. Fare la prova stecchino prima di spegnere il forno.
  7. Lasciare dentro a forno spento ancora 5 min poi sformare su una griglia e lasciar raffreddare.
  8. Tagliarla in tre strati

Montare la panna e dolcificarla con lo zucchero a velo.

Scolare le amarene dallo sciroppo. Per la bagna ne servirà circa un bicchiere (200ml). Diluirlo con un po’ d’acqua, altrimenti la bagna sarebbe troppo dolce, quindi la diluizione dipende anche dal gusto personale. Aggiungere il kirsch.

Montare la torta bagnando bene ogni strato, spalmando uno strato generoso di panna montata e qualche amarena. Ricoprire poi l’intera torta con la panna e decorare i lati con cioccolato fondente grattugiato. Io uso la grattugia a mano per julienne, quella coi fori larghi per capirci.

Per la parte superiore usate dei riccioli comprati se volete, ma meglio se fatti da voi nel seguente modo.

Far sciogliere 100g di cioccolato fondente con un cucchiaio di olio di arachidi a bagnomaria o nel micro.

Stenderlo con una spatola sul retro di una teglia di metallo ben pulita. Appena si raffredda ricavate dei riccioli grattando con una patola di metallo.

 

Annunci

SWISS MOOD: “GATEAU AU FROMAGE”

swiss mood gateau au fromage

Gateau au fromage svizzero

Dopo la mia breve ma intensa scorribanda in territorio elvetico di fine ottobre, lo devo ammettere, mi è rimasto dentro lo “spirito svizzero”…me ne sento ancora tutta pervasa.

Sarà dovuto al fatto che non si è trattato di una gita turistica tout court, bensì di un vero e proprio viaggio della memoria, di un tuffo nei ricordi di un’infanzia dura ma felice, che spesso e volentieri fa capolino in queste pagine.

Stavolta è il turno del gateau al formaggio, classico cibo di strada di quel Paese.

Io non so davvero se sia possibile per me trasmettere in questo post l’emozione intensa che ho provato,  nei pressi della stazione di Berna, nel ritrovare lo stesso identico odore  di quando, da bambina, mi affrettavo per non perdere il treno che mi avrebbe riportata a casa.

E’ stato come se quei 36 anni si fossero dissolti per incanto in quell’aroma misto di crostata al formaggio, treccia al burro e bradwurst.

Ho chiuso gli occhi e ho inspirato a fondo, più volte…quasi a volerne fare una scorta da portare con me e a cui attingere quando il tempo, inesorabile, sbiadirà i miei ricordi. (altro…)

“Black Forest” &”Chocolate” CUPCAKES

Black Forest cupcakes

Black Forest cupcakes

Sono secoli che non pubblico niente e tornare a farlo si presenta insolitamente difficile. Provo una sorta di imbarazzo…un pò come incontrare qualcuno che hai indebitamente trascurato per molto tempo e ti senti in colpa quando lo rivedi…praticamente quello che in effetti è successo.

Non che abbia passato l’intera estate a crogiolarmi al sole… non soltanto per lo meno. Diciamo che quanto a infornare ho infornato parecchio ma più che altro mi sono messa a giocare all’albergatrice e devo dire che la cosa mi piace molto. Ci sono tante cose che mi frullano per la testa…idee…iniziative che sto cercando di mettere a punto e il tempo vola e non mi basta mai.

Comunque ora che mi sono decisa a rompere il silenzio stampa voglio farlo in grande stile, proponendovi la ricetta dei cupcakes che mi sono preparata per festeggiare i miei primi 50 anni. (altro…)

Il linguaggio dei dolci : PICCOLE BAVARESI AL LAMPONE

bavaresi al lampone

Non tutti i golosi sono bravi pasticcieri…ma tutti quelli che sanno fare i dolci  sono golosi!

Questo per me è un assioma che vale per la cucina in generale.Difficile cucinare bene se  si riduce il cibo a mero carburante…una necessità più che un piacere. Difficile quasi come cercare di convincere qualcun altro di qualcosa in cui siamo i primi a non credere. (altro…)

SUPER MACINE ALLA PANNA

macine

MACINE ALLA PANNA

Devo dire che i pasticcini raffinati mi piacciono parecchio, ma solo quando sono del tutto sveglia, preferibilmente… di pomeriggio… con il tè.

Finchè ho ancora indosso il pigiama di flanella, e non esiste che me lo tolga prima di aver fatto colazione, a meno che non debba andare a farmi le analisi del sangue, ho bisogno di mettere sotto i denti qualcosa di rustico, dorato, abbondante e che si inzuppi a dovere.

Va da sè che appena alzata mi sentirei più felice nella cucina di nonna Papera che chez Ladurée. (altro…)

PRINZESSTORTE

DSCN0698

PRINZESSTORTE

Chi non conosce la famosa torta svedese resa celebre qui da noi grazie a Ikea?

Pare si chiami così, letteralmente torta da principessa, perchè fu creata nel secolo scorso proprio per le principesse reali di Svezia.

E’ comunque una torta buonissima oltre che davvero bella da vedere, anche nel taglio. (altro…)

THE ULTIMATE SCONES

cream tea

Scones, clotted cream, marmellata di fragole e tè

Gli scones sono a mio avviso qualcosa di unico a metà strada tra un panino e un biscotto,  più vicino all’uno o all’altro a seconda della tipologia.

Avrei infatti potuto intitolare questo post :”Si fa presto a dire scone”, poichè basta una piccola ricerca sul web e ci si imbatte in scones di tutti i tipi. Ve ne sono con l’uvetta, fatti con la farina autolievitante, con la panna, alla cannella e via dicendo. Ma lo scone più tradizionale è quello semplice semplice, senza zucchero perfino.

Sono così semplici da fare che è facile sbagliare. (altro…)