dolci da colazione

PANCAKES CON LIEVITO NATURALE

 

IMG_20160405_085602

Ultimamente faccio i pancakes molto spesso perchè è diventato il mio modo preferito di dare uno scopo al lievito naturale in eccesso, quello  che resta dopo i rinfreschi.

Il lievito naturale usato è del tipo idratato al 100%. Vale a dire stessa quantità di lievito, acqua e farina. Se usate un poolish con una percentuale inferiore di acqua non c’è problema, basta allungarlo un pochino con altra acqua o latte tiepido.

Vi propongo qui una ricetta con pancakes salati, perchè chi l’ha detto che bisogna mangiarli solo a colazione?

Questo tortino con i broccoli è un ottimo modo di risolvere il problema pranzo o cena in modo gustoso, rapido e leggero.

IMG_20160502_135712

Ovviamente la ricetta si puo’ realizzare anche con i pancakes fatti in maniera tradizionale.

Partiamo dai miei pancakes al lievito naturale.

INGREDIENTI

450 ml di poolish (lievito naturale semiliquido)

1 uovo

4 cucchiai di olio di semi di arachidi o gi

rasole

1/2 cucc.no di sale

(per la versione dolce aggiungere 4 cucchiai di zucchero)

1 cucchiaio di latte caldo

1 cucch.no di bicarbonato

1 pezzetto di burro


Un broccolo calabrese

qualche falda di pomodori secchi

cubetti di scamorza o mozzarella

mix di semi

olio d’oliva

burro

1) Mischiare bene il poolish, l’olio, l’uovo e il sale.

2) Sciogliete il bicarbonato in un cucchiaio di latte caldo e aggiungetelo al composto. Mescolate e lasciate riposare qualche minuto.

3) Fate scaldare bene un padellino piccolo antiaderente. Strofinate il fondo col pezzetto di burro avvolto in un foglio di carta cucina.

4)Prelevate il composto con un mestolo e versatelo nel padellino ben caldo. Girate con una spatola quando si formano un po’ di buchi. Fate dorare e mettete su un piatto. Procedere fino ad esaurimento del composto (8/9 pancakes ca).

5)In un’altra padella fate scaldare qualche cucchiaio d’olio. Fateci insaporire i broccoli precedentemente sbollentati. Aggiungete dell’aglio tritato e delle falde di pomodori secchi. Salate.

6) Su una teglia da forno unta, fate dei tortini individuali alternando un pancake, broccoli, qualche pezzetto di scamorza, ripetete per un altro strato e coprite con un ultimo pancake. Cospargete quest’ultimo con semini (sesamo, lino, zucca, ecc.), parmigiano e qualche fiocchetto di burro.

7) Fate gradinare in forno fino a formazione di una crosticina.

Annunci

“COLAZIONE DA ANGI”

Biscottoni "Colazione da Angi"

Biscottoni “Colazione da Angi”

“… Cara Angi…ogni volta che rifarò questi biscotti non potrò fare a meno di pensare a te.

Ad un mattino bernese fatto di prati verdi e foschie all’orizzonte…lì…proprio dove la chioma infuocata del bosco si dissolve nella bruma di un nuovo giorno, pieno di aspettative e di promesse mantenute.

Serberò per sempre nel mio cuore questa gioia intensa che nasconde il sorriso dietro  a un velo di lacrime…di felicità però!

IMG_1110

Bumpliz – Berna

INGREDIENTI

1 kg di farina 00

250 g di zucchero

4 uova

200 g di olio d’oliva

100 g di cioccolato fondente grattugiato

2 fialette di aroma arancia

100 g di latte

20g (1 bustina) di ammoniaca per biscotti

  • Stemperare l’ammoniaca nel latte tiepido.
  • Aggiungerla agli altri ingredienti e impastare bene. Si può fare in una planetaria con la frusta a foglia (per impasti di media durezza), oppure in una ciotola capiente.
  • Prelevare porzioni d’impasto della grandezza voluta (grandi per fare biscotti grossi, ca 30-40 g). Appiattirli un po’ e praticare un incisione nel centro, per la forma a pagnottina.
  • Disporre i biscotti distanziati sulla teglia coperta con la carta forno. Cospargere di zucchero semolato e cuocere in forno preriscaldato a 180° per circa 20 min. o finchè prendono un po’ di colore.

Ideali per l’inzuppo, nel latte o nel tè.

“Black Forest” &”Chocolate” CUPCAKES

Black Forest cupcakes

Black Forest cupcakes

Sono secoli che non pubblico niente e tornare a farlo si presenta insolitamente difficile. Provo una sorta di imbarazzo…un pò come incontrare qualcuno che hai indebitamente trascurato per molto tempo e ti senti in colpa quando lo rivedi…praticamente quello che in effetti è successo.

Non che abbia passato l’intera estate a crogiolarmi al sole… non soltanto per lo meno. Diciamo che quanto a infornare ho infornato parecchio ma più che altro mi sono messa a giocare all’albergatrice e devo dire che la cosa mi piace molto. Ci sono tante cose che mi frullano per la testa…idee…iniziative che sto cercando di mettere a punto e il tempo vola e non mi basta mai.

Comunque ora che mi sono decisa a rompere il silenzio stampa voglio farlo in grande stile, proponendovi la ricetta dei cupcakes che mi sono preparata per festeggiare i miei primi 50 anni. (altro…)

OATMEAL COOKIES ovvero biscotti ai fiocchi d’avena

Biscotti ai fiocchi d'avena

Biscotti ai fiocchi d’avena

Di rado seguo una ricetta pedissequamente, ma quando c’è di mezzo la regina dei biscotti, al secolo Stephanie Jaworski, perchè modificare ciò che di sicuro porterà a un risultato perfetto?

Neppure la più negata ai fornelli potrebbe sbagliare con le video ricette di dolci e biscotti del suo blog joy of baking. Starla ad ascoltare, mentre illustra i segreti di un ‘infinità di dolcetti con spiegazioni “a prova di stupidi”, è un piacere e una fonte di ispirazione che ti fa venire immediatamente voglia di correre in cucina e metterti all’opera.

A onor del vero, ho fatto questi biscottacci all’avena  dall’aspetto rustico soprattutto perchè volevo subito qualcosa da mettere nella mia nuova biscottiera, ma  ora che li ho appena sfornati, in tutta la casa c’è un profumino tentatore che non so proprio se riuscirò ad aspettare fino a domattina prima di addentarne uno. Ho assaggiato qualche briciola qua e là e trovo  la nota acidula dei mirtilli rossi semplicemente deliziosa.

INGREDIENTI ( 28 pz x  circa 1kg)

110 g di nocciole tostate e tritate

170 g di burro morbido

210 g di zucchero di canna

1 uovo

1 cucchiaio di estratto di vaniglia

105 g di farina

1/2 cucchiaino di bicarbonato

1/2 cucchiaino di cannella

1/4 cucchiaino di sale

260 g di fiocchi d’avena

1 tazza di mirtilli rossi

Preriscaldate il forno a 175°

1) Montare a crema burro e zucchero.

2) Unire l’uovo, la vaniglia.

3) Mischiare farina, bicarbonato. sale e cannella. Unire all’impasto.

4) Aggiungere infine i fiocchi d’avena e i mirtilli. Ne risulterà un impasto piuttosto asciutto e poco compatto. Prelevatene delle grosse noci e comprimetele tra le mani a formare palle di circa 4 cm di diametro. Potete usare anche il dosa gelato. Ponete le palle di impasto sulla teglia coperta di carta forno e fate cuocere per 12-15 min, fino a quando iniziano a dorare ma al centro sono ancora morbide.

Fate raffreddare qualche minuto nella teglia e poi ponete i biscotti su di una griglia e lasciate raffreddare completamente.

“BISCOTTIMI”

frolle al cacao e nocciole

frolle al cacao e nocciole

Questi biscotti  sono il risultato di una ricerca ben precisa: trovare la ricetta  che più si avvicinasse ai “Batticuori” del Mulino Bianco, gli unici graditi a mia figlia che, in preda ai sensi di colpa nei confronti degli oranghi, stava per rinunciare alla colazione. (altro…)

SUPER MACINE ALLA PANNA

macine

MACINE ALLA PANNA

Devo dire che i pasticcini raffinati mi piacciono parecchio, ma solo quando sono del tutto sveglia, preferibilmente… di pomeriggio… con il tè.

Finchè ho ancora indosso il pigiama di flanella, e non esiste che me lo tolga prima di aver fatto colazione, a meno che non debba andare a farmi le analisi del sangue, ho bisogno di mettere sotto i denti qualcosa di rustico, dorato, abbondante e che si inzuppi a dovere.

Va da sè che appena alzata mi sentirei più felice nella cucina di nonna Papera che chez Ladurée. (altro…)

MORETTI ALLE NOCCIOLE

IMG_0408

MORETTI ALLE NOCCIOLE

Avete presente quelle bustine di alluminio con su scritto AMMONIACA – lievito per dolci?

Quelle che quando le aprite per la prima volta  pensate: ” Col cavolo che metto questa roba nei miei biscotti! Riconosco quest’odore, è lo stesso di quando mia madre puliva il bagno”?

Quelle che, facendovi violenza, avete alla fine messo nell’impasto e mentre cuoce, anzichè sentire il fragrante profumo dei biscotti avvertite quasi un bruciore alla gola e  vi dite: ” Ecco lo sapevo che non mi dovevo fidare…ora se sopravvivo mi toccherà buttare via tutto prima di avvelenare qualcuno”?

Ebbene proprio quelle lì mi hanno aperto il meraviglioso mondo dei biscottoni rustici, brutti ma buonissimi e soprattutto…INZUPPOOOSI…per dirla alla Banderas. (altro…)