carne

ALBONDIGAS CON TOMATE

polpette al pomodoro

Albòndigas con tomate

Mi chiedo talvolta se il trasporto aereo non abbia ucciso il viaggio…o, quantomeno,  se non lo abbia ferito gravemente.

Parlo di viaggio come di ciò che sta in mezzo tra l’essere dapprima in un posto e poi in un altro; di quel mentre spazio-temporale in cui una porzione di mondo ci scorre davanti con tutto il suo carico di umana diversità, e ci scopriamo curiosi…sorpresi…intrigati…qualche volta perfino scioccati.

Se solo pensiamo alla parola inglese per viaggio e viaggiare, ossia travel, è evidente la radice comune con quella francese travail, che vuol dire lavoro e l’italiano travaglio, che implica l’idea di fatica…di sacrificio, di sofferenza, ed è altrettanto evidente come questo concetto sia distante dal mero aereotrasportarsi da un aeroporto ad un altro. So già che qualcuno dirà che parlo così perchè non sono mai incappata in uno sciopero dei piloti o dei controllori di volo. (altro…)

Annunci

Cous-cous speziato e colorato

DSCN1634

Cous-cous speziato e colorato

 Non sono mai stata nel Maghreb, non ho mai mangiato un autentico cous-cous preparato da uno del posto, ma ho le idee piuttosto chiare su come mi piace: al dente e asciutto!

La presentazione che vedete in foto è una soluzione di compromesso per accontentare un pò  tutti qui in casa: chi lo vuole senza verdure, chi vuole solo il cous-cous, chi, come la sottoscritta,  si mangerebbe anche il piatto.

INGREDIENTI

250 ml acqua

250 g cous-cous precotto

1 peperone rosso

1 zucchina

1 cipolla rossa

1 mela

1 spicchio d’aglio

1 petto di pollo

2 salsicce

1/2 cucch.no di curcuma

1/2 cucch.no di zenzero in polvere

1/2 cucch.no di semi  di cumino

olio d’oliva

aceto

La carne

1) In una padella fate rosolate il petto di pollo a striscioline, la salsiccia a tocchetti e la cipolla affettata. Non c’è bisogno di olio, basta il grasso delle salsicce.

2) Salare, pepare, spolverizzare con lo zenzero, aggiungere il cumino e bagnare con un bicchiere d’acqua. Aggiustare di sale aggiungendo magari una puntina di brodo granulare. Quando carne e cipolla sono ben cotti aggiungere la curcuma stemperata in poca acqua, mescolare e spegnere.

DSCN1633

Le verdure

1) In una padella con poco olio fate stufare, assieme a uno spicchio d’aglio tritato, peperoni e zucchine a striscioline e la mela a fettine. Salate e spruzzate con poco aceto. Fate cuocere ma lasciate le verdure croccanti.

DSCN1632

Per il cous-cous seguite le indicazioni sulla scatola.

Va benissimo se mescolate il tutto prima di servire.

 

Polpette con sorpresa

DSCN1302

Polpette con sorpresa

Da piccola,  ai tempi delle elemenatari per intenderci, avevo due eroi: il Comandante Mark, fumetto ambientato ai tempi della Guerra di Indipendenza americana e Polpetta, amico di Tex Willer.

Al primo devo le mie prime fantasie romantiche, al secondo un’ adorazione viscerale, indefessa, strabordante per…le polpette!!!

La pallina di carne trita era l’unico sistema di successo per farmi mangiare la carne. Alla luce di questa scoperta, mia madre ne approfittò, un giorno, per infilarci di straforo anche del salutare fegato, ma questa…bleah…è un’altra storia, di quelle da relegare tra i brutti ricordi. Da questo truce tradimento ottenne solo di farmi guardare con sospetto e diffidenza anche le amatissime polpette.

Comunque è acqua passata e non serbo rancore. Ora che me le preparo da sola, so di andare sul sicuro e me le godo spesso in compagnia, dei miei figli soprattutto.

Le ho declinate in molteplici versioni, ma quelle ribattezzate “con sorpresa” solo le preferite dalla mia truppa.

Vi do una ricetta da realizzare senza stare lì a pesare gli ingredienti. Cosa volete che succeda se ci mettete un pò più di formaggio o un pò meno di pane? Le polpette sono polpette, vale a dire buone per definizione.

INGREDIENTI

carne macinata suino misto manzo

parmigiano

mollica di pane bagnata e strizzata (in latte o acqua)

aglio e prezzemolo

sale e pepe

1 uovo

mini wurstel

pangrattato

1) In una ciotola mettete la carne, l’uovo, sale e pepe e il parmigiano.

2) Impastate aggiungendo la mollica di pane fino ad ottenere un impasto consistente senza essere eccessivamente asciutto.

3)Prelevate una noce di impasto e ricoprite un mini wurstel, dando una forma tondeggiante. Al posto dei mini wurstel vanno benissimo anche i wurstel piccoli tagliati in tre.

4) Fate rotolare le polpette nel pangrattato in modo da ricoprirle per bene.

5)  Disponetele in una teglia foderata di carta forno e cuocete in forno caldo a 200° per mezz’ora , o comunque fino a doratura.

Come vedete vanno cotte senza condimenti, tutto a vantaggio della leggerezza.

A ripensarci mia madre avrebbe potuto chiamare le sue polpette al fegato polpette con “brutta” sorpresa!

 

 

“Stufato di coniglio ” di Samvise Gamgee

DSCN1292

Stufato di coniglio con le “tate” di Samvise Gamgee

Non ricordo più l’ultima volta che sono stata così tanti giorni senza pubblicare niente sul blog.

Il fatto è che mi sono imbattuta in una nuova saga fantasy e ne sono stata completamente assorbita. Ho divorato tre romanzi in sette giorni e, prima che arrivino da Amazon gli ultimi due ed io mi ci avventi come una drogata, vi posto una nuova fantaricetta: lo “stufato di coniglio di Sam”, dal Signore degli Anelli.

Non ho difficoltà a figurarmi Frodo, Sam e Gollum accampati in un boschetto dell’Ithilien, circondati da arbusti aromatici di lauro, timo, salvia e ginepro. Tutti i  profumi che fanno al caso nostro.

Sam si rammaricava di non avere delle “tate” a disposizione, ma io ci metterò anche quelle, oltre a un bicchiere di buon vino bianco e magari anche qualche oliva nera. Diciamo pure che preferisco seguire la ricetta che lo stesso Sam avrebbe seguito se, anziché trovarsi nei guai fino al collo, a un tiro di schioppo da Mordor, se ne stesse ancora bello tranquillo nella sua amata Contea.

INGREDIENTI

1 coniglio fatto a pezzi non troppo piccoli

4 o 5 patate

olio

1 cipolla

1 bicchiere di vino bianco

1 foglia di alloro, 2 bacche di ginepro, 2 foglie di salvia, 1 ciuffetto di timo

olio

qualche oliva nera

acqua q.b.

1 spicchio d’aglio

1) Lavate e asciugate i pezzi di coniglio e fateli rosolare in un tegame con un mezzo bicchiere d’olio.

2) Quando iniziano a prendere colore aggiungete la cipolla affettata, l’aglio intero e regolate di sale e di pepe.

3) Non appena la cipolla si è ammorbidita, aggiungete 1 bicchiere di vino bianco secco e acqua sufficiente a coprire il tutto. Potete aggiungere anche un mezzo dado di brodo per insaporire. Aggiungete anche i profumi e fate cuocere a fuoco lento per 40 min. o fino a quando la carne è tenera.

4) Aggiungete a questo punto le patate  a pezzi non troppo piccoli. Se necessario aggiungete altra acqua e brodo o sale.

5) Quando le patate sono quasi cotte aggiungete qualche oliva nera. E’ pronto quando le patate iniziano a spappolarsi, dando così una consistenza densa al sughetto.

COUS-COUS DI POLLO E PISELLI ALLA CURCUMA

DSCN1123

Cous-cous di pollo e piselli alla curcuma

La curcuma, detta anche zafferano indiano o zenzero giallo, è una spezia di origine indiana ricavata, come lo zenzero, da una radice. Conferisce alle pietanze un piacevole colore giallo oltre a un sapore esotico.

Le vengono inoltre riconosciute numerose proprietà curative.

La curcuma ha proprietà anticancro, antiossidanti, antinfiammatorie e antidolorifiche e aiuta a prevenire il diabete.

E allora, visto che i miei genitori me ne hanno riportato un sacchetto dalla Spagna…a tutta curcuma!!!

DSCN1112

INGREDIENTI (x 3 pers.)
250 g di cous-cous precotto
250 ml d’acqua
400 g di petto di pollo a dadini
200 g di piselli surgelati
1/2 cipolla
1 spicchio d’aglio
1 cucchiaino da tè di curcuma
4 cucchiai d’olio + 1 per il cous-cous
sale e pepe q.b.

– Nella wok o altra padella scaldate l’olio e mettetevi a rosolare la carne

DSCN1114

– aggiungete la cipolla e l’aglio tritati

DSCN1115

– salate, pepate e lasciate rosolare ancora un pò

– aggiungete i piselli, coprite d’acqua e aggiungete poco brodo granulare o sale. Lasciate cuocere coperto fino a quando la carne e i piselli non sono teneri

DSCN1117

– stemperate la curcuma in 2 cucchiai d’acqua e aggiungetela alla carne. Spegnete il fuoco quando il sugo si è un pò ritirato. Deve risultare asciutto ma non troppo

DSCN1119

ho scattato la foto subito dopo aver aggiunto la curcuma, quindi c’è ancora troppo liquido

– in una padella a parte mettete a bollire l’acqua con 1 cucchiaio d’olio e un pò di sale o brodo granulare. Quando bolle versate il cous-cous e spegnete il fuoco. Dopo 2 minuti sgranate con una forchetta

DSCN1120

– mischiate assieme il cous-cous e lo spezzatino di pollo e servite subito.

DSCN1121