coperture

Crema di burro? No grazie!

Ebbene sì, lo confesso! Io detesto la crema di burro!

Mi rendo conto che una tale affermazione da parte di una che si interessa al cake design suona un po’ come una bestemmia, ma non posso farci niente. Vi assicuro che ci ho provato a farmela piacere. Mi sono convinta perfino che fosse colpa della “mia” crema di burro . Poi all’ultimo cake show di Bologna ho assaggiato quella fatta dai professionisti: niente da fare, le mie papille si ribellano alla sua untuosa stucchevolezza.

Tuttavia non si può rinunciare ad una buona base isolante sotto la pasta di zucchero, men che mai se, come a me, vi piacciono quelle golose torte all’italiana ben inzuppate di bagna e farcite di crema. Personalmente risolvo in questo modo:

a) se voglio una copertura bianca, che non sporchi la pdz per intenderci, aggiungo della ganache di cioccolato bianco a del burro montato senza zucchero;

b) se la copertura va bene anche marrone, faccio come sopra, utilizzando però della ganache di cioccolato fondente;

c)  se mi serve il gusto caffè, monto il burro con lo zucchero a velo e smorzo il sapore dolce con del caffè ristretto amaro, ripristinando la giusta consistenza con del cacao, amaro anche quello.

E’ vero che molti usano direttamente la ganache al posto della crema di burro, ma ho notato che la ganache da sola tende a indurire più rapidamente, diventando più difficile da spalmare, un po’ come le imitazioni nelle pubblicità del Philadelfia. Assieme al burro montato si mantiene invece morbida e indurisce solo col passaggio in frigo.

Potete trovare le ricette delle mie coperture sulla pagina  “ricette” del blog.

Annunci