“BISCOTTIMI”

frolle al cacao e nocciole

frolle al cacao e nocciole

Questi biscotti  sono il risultato di una ricerca ben precisa: trovare la ricetta  che più si avvicinasse ai “Batticuori” del Mulino Bianco, gli unici graditi a mia figlia che, in preda ai sensi di colpa nei confronti degli oranghi, stava per rinunciare alla colazione.

Mi spiego, dopo aver partecipato a una conferenza sulle conseguenze che l’uso dell’olio di palma ha sull’ambiente naturale degli oranghi, mia figlia si è messa in testa di boicottare i suoi biscotti preferiti che lo contengono. E poichè la sua capacità di adattamento equivale più o meno a quella di un panda, la scelta si riduceva a “biscottiugualiaibatticuorimasenzaoliodipalma” oppure niente colazione. Dopo qualche tentativo ecco il risultato, talmente gradito che ho deciso di inserire il giudizio nella forma e, con un gioco di parole ecco i “biscottimi”, ottimi biscotti a forma di otto. A voi la ricetta.

INGREDIENTI

125 g di farina di nocciole

125 g di cacao amaro

750 g di farina 00

330 g di zucchero a velo

200 g di burro morbido

4 uova

100 ml di latte

20 g (1 bustina) di ammoniaca per dolci

1) Lavorare a crema burro e zucchero.

2) Aggiungere gli altri ingredienti.

3) Sciogliere l’ammoniaca nel latte tiepido, versare nell’impasto e amalgamare bene il tutto. Aggiungere un po’ di latte se necessario.

4) Dividere in 4 parti, formare dei cilindri, coprire con pellicola e mettere in frigo qualche ora.

5) Prelevare porzioni di impasto, arrotolare formando un cilindro di circa 1 cm di diametro. Tagliare la lunghezza necessaria a formare un otto. Potete fare il primo e usarlo come misura per gli altri se ci tenete a farli tutti uguali. Nulla vieta di stendere l’impasto e usare il vostro tagliabiscotti preferito.

6) Cuocere a 180° per circa 20 min. La cottura è importante, perchè devono essere già consistenti mentre sono ancora nel forno. Bisogna quindi stare attenti a farli indurire senza farli bruciare. Prolungare la cottura serve a renderli più croccanti e quindi praticamente uguali ai “batticuori”. Se li fate cuocere meno sono però più facili da inzuppare. A voi la scelta.

Per la cronaca anche la Nutella contiene olio di palma, ma da un sondaggio fatto tra i miei studenti ne ho ricavato l’impressione che la mangerebbero anche se tra gli ingredienti ci fosse la carne di orango…bah!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...