Panini ai cereali

DSCN1366

Panini ai cereali. Ad alcuni, quelli tondi, ho aggiunto nocciole e uvetta.

 

In una delle mie immaginarie vite alternative mi vedo a gestire una panetteria in qualche paesino della Francia, intenta a irretire l’intero paese a suon di panini, baguettes e brioches, come la Binoche faceva con i suoi cioccolatini, inebriandomi da mane a sera con la più sublime delle fragranze: quella del pane appena sfornato.

Il profumo del pane fresco, ancora caldo, ha il potere di aprirmi una voragine nello stomaco ed io, ovviamente, mi sento in dovere di accertare subito se quel pane sta meglio col salame piuttosto che con il burro e la marmellata.

Dov’è che Dante aveva messo i golosi? Se non erro nel terzo cerchio. E’ bene saperlo perchè ci sono buone possibilità che è lì che andrà recapitata la mia posta quando sarò morta.

Mio marito sta seriamente pensando di impedirmi di continuare a panificare perchè dice che il mio pane è troppo buono, finisce che ne mangia troppo e ingrassa. Io espio il mio peccato di gola macinando chilometri sul tappeto magnetico, con gli auricolari dell’MP3 infilati nelle orecchie e la mente a una nuova ricetta.

E’ proprio in uno di questi momenti che mi è venuta l’idea per questi panini.

INGREDIENTI

200 g di farina 00 per panificazione

250 g di manitoba

150 g di farina multicereali

250 g di lievito naturale

300 g di latte tiepido

2 cucchiaini da tè di farina di malto

12 g di sale

50 g di burro

4 g di lievito di birra secco

1) La sera prima rinfrescate il lievito così: 90 g di lievito tirato fuori dal frigo 1 ora prima, 70 g acqua, 90 g di farina.

Lasciate fuori dal frigo tutta la notte.

2) Al mattino mettete nella ciotola della planetaria 300 g di latte tiepido, 4 g di lievito di birra e il lievito naturale.Aggiungete 400 g di farina e iniziate a impastare. Aggiungete il sale e il resto della farina un pò per volta. In questo modo potete controllare la quantità di farina assorbita, potrebbe volercene un pò di meno.

3) Quando l’impasto si stacca bene dalle pareti aggiungete il burro morbido un pezzetto per volta. Lasciate impastare 20 min.

4) Formate una palla e lasciate lievitare coperto, in una ciotola di plastica , vetro o ceramica,nel forno spento con luce accesa,  fino al raddoppio. Ci vorranno 3/4 ore.

DSCN1357

5) Trascorso questo tempo, mettete l’impasto sulla spianatoia infarinata, schiacciate un pò e tagliate prima in 4 e poi ogni quarto in tre, ottenendo così 12 porzioni.

DSCN1362

6) Date la forma di panino allungato o rotondo avendo cura di piegare l’impasto per favorire la lievitazione in altezza. Sul web si trovano numerosi filmati che mostrano come fare. Potete consultare ad esempio il blog vivalafocaccia di cui trovate il link nella sidebar a dx.

7) mettete i panini sulla teglia con la carta forno e fate lievitare ancora fino al raddoppio.

DSCN1364

8) Prima di infornare, spruzzate d’acqua, spolverizzate di farina e fate qualche taglietto. Vanno cotti a 220° per circa 40 min

DSCN1368

Slurp! Questo è uno di quelli con aggiunta di nocciole e uvetta.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...