“Stufato di coniglio ” di Samvise Gamgee

DSCN1292

Stufato di coniglio con le “tate” di Samvise Gamgee

Non ricordo più l’ultima volta che sono stata così tanti giorni senza pubblicare niente sul blog.

Il fatto è che mi sono imbattuta in una nuova saga fantasy e ne sono stata completamente assorbita. Ho divorato tre romanzi in sette giorni e, prima che arrivino da Amazon gli ultimi due ed io mi ci avventi come una drogata, vi posto una nuova fantaricetta: lo “stufato di coniglio di Sam”, dal Signore degli Anelli.

Non ho difficoltà a figurarmi Frodo, Sam e Gollum accampati in un boschetto dell’Ithilien, circondati da arbusti aromatici di lauro, timo, salvia e ginepro. Tutti i  profumi che fanno al caso nostro.

Sam si rammaricava di non avere delle “tate” a disposizione, ma io ci metterò anche quelle, oltre a un bicchiere di buon vino bianco e magari anche qualche oliva nera. Diciamo pure che preferisco seguire la ricetta che lo stesso Sam avrebbe seguito se, anziché trovarsi nei guai fino al collo, a un tiro di schioppo da Mordor, se ne stesse ancora bello tranquillo nella sua amata Contea.

INGREDIENTI

1 coniglio fatto a pezzi non troppo piccoli

4 o 5 patate

olio

1 cipolla

1 bicchiere di vino bianco

1 foglia di alloro, 2 bacche di ginepro, 2 foglie di salvia, 1 ciuffetto di timo

olio

qualche oliva nera

acqua q.b.

1 spicchio d’aglio

1) Lavate e asciugate i pezzi di coniglio e fateli rosolare in un tegame con un mezzo bicchiere d’olio.

2) Quando iniziano a prendere colore aggiungete la cipolla affettata, l’aglio intero e regolate di sale e di pepe.

3) Non appena la cipolla si è ammorbidita, aggiungete 1 bicchiere di vino bianco secco e acqua sufficiente a coprire il tutto. Potete aggiungere anche un mezzo dado di brodo per insaporire. Aggiungete anche i profumi e fate cuocere a fuoco lento per 40 min. o fino a quando la carne è tenera.

4) Aggiungete a questo punto le patate  a pezzi non troppo piccoli. Se necessario aggiungete altra acqua e brodo o sale.

5) Quando le patate sono quasi cotte aggiungete qualche oliva nera. E’ pronto quando le patate iniziano a spappolarsi, dando così una consistenza densa al sughetto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...