Evviva, ai miei “Springerle” è spuntato il piede!!!

springerle

Chi conosce già gli Springerle ha ben capito la ragione del mio entusiasmo, per tutti gli altri voglio spendere due parole su questi biscotti tradizionali della Svizzera, Alsazia e Germania.

Grazie agli immigrati tedeschi sono famosi anche negli Stati Uniti e qui, infatti, li propongono in gusti e colori diversi, anche se la ricetta tradizionale li vuole aromatizzati all’anice e rigorosamente bianchi.

sprigda95bf9bc18bb253343f5cee96ef4c60

images 1

Ricordano molto, per aspetto ed eleganza, le formine di gesso profumato e come queste vengono realizzati con gli appositi stampi, che qui da noi non si trovano, ma che si possono ordinare via Internet, anche se a caro prezzo…sigh!

L’azienda più fornita è  la svizzera Anis-Paradies. Producono stampi in resina di ogni forma e dimensione,  in centinaia di modelli, molti dei quali copie di modelli molto antichi in legno che ora si trovano nei musei o fanno parte di collezioni private.

La ricetta che vi propongo viene dalla Svizzera e mia mamma ce l’ha da più di quarant’anni.

Ce n’è un’altra che ho trovato su un sito americano, un pò più complessa e che prevede l’uso di burro, ammoniaca per dolci ed essenza di anice al posto dei semi. La potete consultare sul sito di House on the Hill, un mondo magico di ricette e di stampi.

Dopo aver tagliato i biscotti, con l’impasto rimanente si realizzano biscottini che hanno ovviamente lo stesso sapore e che vanno sotto il nome di Crétes de coq (creste di gallo in francese) o Chrabeli (lett.  “di traverso”).

Non possedendo uno stampo io ho usato l’intero impasto per i tradizionali Chrabeli svizzeri.

DSCN1124

Chrabeli o Crétes de coq svizzeri.

DSCN1126

Chrabeli svizzeri. Notate il caratteristico “piede”-

INGREDIENTI

220 g di uova senza guscio (4/5 uova)

500 g di zucchero a velo

500 g di farina 00

1 cucchiaio di semi di anice verde

1 cucchiaio di Kirsch

– Montare le uova con lo zucchero fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso.

– Aggiungere i semi di anice leggermente tostati, il Kirsch (se lo avete, altrimenti non rinunciate agli Springerle per questo motivo) e la farina.

– Impastate il tutto e lasciate riposare 10 min.

– Dividete l’impasto ancora appiccicoso  in 4 parti. Infarinate bene il piano di lavoro e stendetele una alla volta fino ad uno spessore di 1 cm.

– Infarinate lo stampo e togliete l’eccesso di farina con un pennello. Premetelo sull’impasto esercitando una pressione uniforme. Sollevatelo e ritagliate il contorno con un tagliabiscotti di dimensione e forma adeguate oppure usate un coltellino affilato.

– Aiutandovi con una spatola, adagiate i biscotti sulla placca del forno foderata di cartaforno.

– Lasciate asciugare per 24 ore. La superficie deve seccare, mentre la base manterrà una certa umidità. Questo passaggio è importante per fissare il disegno evitando che si deformi durante la cottura.

– Cuocere gli Springerle nella parte bassa del forno preriscaldato a 150°-160° per 12/15 min. Non devono assolutamente prendere colore, solo la base deve dorarsi leggermente. L’impasto deve lievitare verticalmente, formando il caratteristico “piede”. E’ questa la caratteristica imprescindibile degli Springerle, oltre al colore bianco, ecco il perchè del titolo di questo post.

Una volta cotti vanno lasciati raffreddare completamente prima di disporli a strati in una scatola di latte , separati da cartaforno per preservarne la forma. Si tengono per settimane, anzi diventano sempre più buoni.

La consistenza ottimale è leggermente croccanti fuori e morbidi dentro.

Si possono realizzare Springerle con stampi adatti alle più svariate occasioni, saranno sempre scenografici e assolutamente deliziosi!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...