Ricetta del panettone

Panettone

Panettone

Voglio proporvi una ricetta del panettone di sicuro successo e davvero buonissima.

Da diversi anni, ogni Natale, mi viene questa “fissa” di provare a fare il panettone, salvo poi scoraggiarmi a causa del procedimento alquanto lungo e laborioso.

Quest’anno ho deciso di non farmi vincere dalla pigrizia e, grazie anche alla semplicità della videoricetta di Viva la focaccia, mi sono buttata in quest’impresa.

Fidatevi! Ne è valsa davvero la pena.

A dire il vero di ricette ne ho provate due, una con il lievito di birra e una con il lievito naturale.

Il primo panettone, di cui vedete la foto sopra, l’ho fatto col lievito di birra perchè non avevo la pazienza di aspettare i necessari rinfreschi del lievito naturale. Poichè non amo i canditi ci ho messo solo l’uvetta e ci ho messo anche l‘aroma panettone. E’ venuto bello, buono e davvero profumatissimo, ma non ne ero soddisfatta fino in fondo perchè mi sembrava un pò asciutto, non era morbido come volevo io.

Per il dessert di Natale ho provato a fare dei panettoncini con uvetta e mirtilli rossi, sempre con il lievito di birra, ma anche questi, secondo me, presentavano lo stesso difetto: troppo asciutti.

Ho deciso allora di intervenire sugli ingredienti, sostituendo l’acqua con il latte; sul lievito, usando quello naturale e, infine, sulla modalità di cottura, inserendo una prima fase di 10 min a temperatura alta e con il vapore, proprio come faccio per il pane. Non avevo l’aroma panettone e ho pensato di rimediare usando l‘aroma arancia e della scorzetta di limone. Risultato?…. Stre-pi-to-sooo! Unico neo: avevo solo uno stampo da 750 g, mentre l’impasto era per uno stampo da chilo.  Ne ho messo un po’ dentro dei pirottini per muffin, ma era troppo comunque ed ecco il risultato…Pareva proprio che volesse filarsela dal forno!

DSCN0929

Allora …veniamo alla nostra ricetta. Mettete in conto di iniziare la sera prima con il primo impasto, per arrivare a cuocere il panettone la sera del giorno dopo. Avrà così tutta la notte per raffreddarsi senza che a voi venga la tentazione di addentarlo subito. In compenso potrete scivolare nel mondo dei sogni cullati dal dolce aroma che si sarà diffuso in giro per casa e forse anche per il quartiere.

INGREDIENTI  (PRIMO IMPASTO)

160 g lievito naturale

290 g farina Manitoba

3 tuorli

95 g latte

70 g zucchero

75 g burro morbido

3 g di lievito di birra disidratato

Nella ciotola della planetaria sciogliere il lievito naturale nel latte tiepido, aggiungere il lioevito di birra, lo zucchero e la farina.

Aggiungere i tuorli uno per volta.

Lavorare fino a incordare (l’impasto deve staccarsi dalle pareti e risalire lungo il gancio)

aggiungere il burro poco alla volta

Lavorare a bassa velocità per 45 min

Mettere in un recipiente a lievitare coperto per 12-15 ore

INGREDIENTI (SECONDO IMPASTO)

145 g farina 00

25 g zucchero

3 tuorli

45 g latte

5 g sale

5 g miele

5 g malto

75 g burro morbido

130 g uvetta ammollata nel rum

aroma e scorzetta di arancia oppure aroma panettone

Mescolare a mano in una ciotola i tuorli, lo zucchero, il latte, il miele, il malto e il sale-

Nella planetaria iniziare a impastare il primo impasto e la farina

Aggiungere poco per volta il composto di uova

Quando incorda aggiungere poco per volta il burro e gli aromi

Lavorare a bassa velocità per 50 min

Aggiungere l’uvetta e impastare ancora un po’

Fare due pieghe, formare la palla e far riposare coperto per 40 min

Fare altre due pieghe, riformare la palla e mettere nello stampo da 1 kg (non superare un terzo dell’altezza), mettere lo stampo sulla teglia che andrà in forno

Lievitare al caldo per 6/8 ore coperto

Lasciare prendere aria per 30 min prima di cuocerlo

Nel frattempo portare il forno a 240 gradi con all’interno una teglia con poca acqua

Infornare nella parte bassa e cuocere per 10 min

Abbassare ora la temperatura a 180 gradi

Dopo altri 10 min togliere l’acqua e continuare la cottura per altri 40 min. Se scurisce troppo coprirlo con carta argentata

Una volta cotto, toglierlo dal forno, infilzarlo con due ferri da maglia e porlo a raffreddare capovolto e sospeso, per esempio dentro una grossa pentola.

Buona notte e felice colazione!

Qualche altro tentativo ed ecco i risultati

PANETTONE

PANETTONE con lievito naturale

DSCN0956

DSCN0958

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...